Un caffè … fatto di solidarietà

caffe-sospeso

Il caffè sospeso

Quante volte ci capita di entrare in un bar, ordinare un caffè, berlo al volo e fuggire via verso l’ufficio o un nuovo appuntamento di lavoro? Sembra un gesto così banale, semplice, un’abitudine, un gesto che facciamo quasi inconsciamente come respirare.

Basta poco, 5 minuti, un euro o poco più e il gioco è fatto … siamo pronti a ripartire, immersi nei nostri impegni tra telefonate e una controllata alle mail.

Abbiamo poco tempo e così non riusciamo a goderci neanche cinque minuti di pausa per prenderci un po’ di tempo per berci una tazzina di caffè, fare due chiacchiere o semplicemente non pensare a nulla … almeno per pochi minuti.

Allo stesso tempo non tutti hanno la possibilità di entrare in un bar e ordinare un caffè … così a Napoli esiste una tradizione antica, nata durante la seconda guerra mondiale: il caffè sospeso.

La tradizione vuole che alla cassa un cliente ordina due caffè, uno per lui e uno sospeso destinato a chiunque lo chieda. In questo modo, quando una persona bisognosa entra nel bar, può chiedere se c’è un caffè sospeso: in caso affermativo, riceve  una tazzina di caffè come se gli fosse stata offerta dal primo cliente.

Secondo lo scrittore Riccardo Pazzaglia, la tradizione nascerebbe dalle dispute tra amici o conoscenti al momento di pagare; poteva succedere, allora, che nell’incertezza tra chi aveva consumato e chi riteneva di dover pagare per gli altri, si finisse per pagare un caffè che non era stato consumato. In questo caso, non si chiedeva di restituire il caffè pagato in più, ma si lasciava valida l’offerta a beneficio di uno sconosciuto che non poteva permettersi di pagarsi una tazzina di caffè.

Insomma, il caffè sospeso è un caffè fatto di solidarietà e di umanità.

Il caffè sospeso non è diffuso e conosciuto soltanto in Italia, ma è stata sperimentata anche in alcuni bar di altri paesi come Bulgaria, Irlanda, Spagna, Canada, Grecia e Argentina.

Recent Posts
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text.
0

Start typing and press Enter to search